Recentemente vi è stata una novità che ha interessa chiunque abbia una televisione in casa propria, ossia un nuovo digitale terrestre.

Quest’ultimo è compatibile solo con determinati dispositivi, ma è possibile integrarlo nel tuo dispositivo qualora tu non intenda cambiare televisione.

Con alcuni tecnici specializzati in antenne abbiamo trattato l’argomento a fondo, ed ecco cosa ne è uscito fuori.

Decoder DVB t2: alcuni consigli sull’acquisto

Al fine di acquistare un decoder dvb t2 è necessario che tu lo scelga in base a delle caratteristiche ben specifiche, così che risulti perfettamente adatto alle tue esigenze e di qualità. Innanzitutto, devi verificare che nel decoder sia presente il tuner dvb t2 e la codifica hevc da ben 10 bit: queste consentono di farti ricevere tutti i canali per poi sintetizzarli con una definizione più risoluta.

Inoltre, se intendi utilizzare la televisione con dei canali a pagamento, è necessario che il tuo dispositivo sia compatibile sia con tv streaming che con pay tv. Oltre alle caratteristiche e componenti, dovrai verificare che il decoder sia anche munito di un collegamento tramite la porta scart o hdmi. Quest’ultima è consigliabile se possiedi un dispositivo recente, così da poter visualizzare i vari contenuti in alta definizione.
Anche la facilità di installazione e d’uso sono abbastanza essenziali, ed è per questo che se si possiede un vecchio televisore, si consiglia di valutare le proprie opzioni.

Infatti, una persona anziana potrebbe avere delle difficoltà con la semplicità di utilizzo e l’installazione del decoder. Oltre a questa caratteristica, devi anche tenere conto della connessione internet qualora tu possegga una smart tv, così da poter continuare a navigare con tranquillità. E’ possibile effettuare la connessione tramite cavo o connessione wi-fi.
Oltre a ciò, è importante selezionare un formato che si adatti alle tue esigenze. Il decoder normalmente è una sorta di scatolina capace di collegarsi al tuo dispositivo tramite il cavo hdmi, ma le tv più vecchie richiedono una presa scart. Quest’ultima componente all’interno del nuovo decoder risulta indubbiamente più difficile da trovare nel mercato.

Infine, è necessario che tu presti elevata attenzione alla scelta del decoder proprio per il suo hard-disk incorporato: questo infatti ti consente di registrare serie e film preferiti, così da poterli vedere in qualsiasi momento.

Anche il telecomando non è un componente da sottovalutare, proprio perché questo deve essere maneggiato con facilità per poter cambiare canale, andare nelle impostazioni o svolgere ulteriori azioni. Questo elemento è strettamente collegato al decoder, pertanto è necessario che sia ergonomico, che presenti tasti che siano disposti in maniera comoda ed intuitiva e infine che abbia una pronta risposta, così da dover evitare di aspettare diversi secondi prima che il canale venga cambiato.

Ti è piaciuto l’articolo? Leggi anche questo contenuto sui componenti dell’impianto d’antenna!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here