Le porte della tua casa si trasformano in eleganti elementi d’arredo che rendono gli ambienti ancora più confortevoli e accoglienti. La scelta a riguardo è piuttosto vasta, e per la scelta è consigliabile anche affidarsi un buon fabbro, come quelli operativi in questa azienda.

Esistono porte di ogni colore, finitura, materiale e con sistema di apertura e chiusura differente per soddisfare al meglio ogni esigenza. Ecco 3 consigli per valorizzare al meglio i tuoi spazi con le giuste porte interne.

Porte interne per migliorare il design della propria abitazione

In genere le porte moderne le riconosci per le linee pulite e minimal: sono prive di cornici e proposte nelle tonalità neutre, come bianco, avorio e grigio. Quelle classiche, invece, hanno forme più elaborate, con stipiti a vista e finiture calde.

Classiche o moderne, le porte interne devono essere scelte sicuramente in base al tuo gusto e non necessariamente devono seguire lo stesso stile dell’arredo già presente in casa.

Puoi ad esempio installare porte di design o quelle dal mood contemporaneo per conferire maggiore carattere alla tua casa classica. Questo contrasto ricercato, oltre ad essere piacevole esteticamente, renderà i tuoi interni unici e sofisticati.

Considera anche l’abbinamento delle porte interne con i serramenti, i pavimenti e il colore delle pareti, in modo da creare un’armonia cromatica che non appesantisce gli ambienti.

In alcuni casi puoi anche osare con porte colorate e dalle tinte sgargianti, ma in questi casi devi prestare massima attenzione. L’accostamento, infatti, deve essere ben studiato e ponderato, in modo che il risultato finale sia gradevole.

Porte interne per separare gli ambienti

Le porte interne sono disponibili non solo in legno ma anche in vetro. La scelta in questo casa si rivela piuttosto importante perché in base al materiale potrai anche suddividere opportunamente gli ambienti in maniera intelligente ma anche aggiungere maggiore luminosità in casa.

Una porta in legno di buona qualità rappresenta sicuramente un buon investimento nel tempo, perché ti assicura elevate proprietà isolanti, durevolezza e ti consente di suddividere in maniera netta la metratura disponibile.

Diversamente, grazie alle porte in vetro aumenta la percezione dello spazio. Queste porte sono anche molto versatili perché aiutano a separare le stanza ma non in maniera netta. Ecco perché vengono maggiormente consigliate in appartamenti di piccole dimensioni.

Porte interne: a battente o scorrevoli?

In fase di scelta delle porte interne è importante prendere bene le misure e stabilire l’effettivo ingombro delle ante, in modo da decidere se puntare su modelli a con apertura battente oppure dotati di sistema scorrevole.

Le porte a battente sono quelle più diffuse, vengono fissate ad un lato della cornice e ruotano sui cardini per consentire l’apertura e la chiusura, con spinta, a seconda dei casi, a destra oppure a sinistra.

Grazie alle porte scorrevoli, invece, potrai arredare ambienti piccoli, perché in questo caso l’anta scompare all’interno ad un contro-telaio tramite i binari. Il sistema di apertura scorrevole ti permette così di ottimizzare gli spazi.

La realizzazione del controtelaio all’interno della parete deve essere studiata con anticipo perché richiede opere murarie apposite. In ogni caso puoi sempre scegliere un modello di porta con binario a vista, solitamente montato sopra l’anta.

Le soluzioni a battente o scorrevoli sono entrambe funzionali e pratiche da usare. Queste porte si trasformano in complementi essenziali che accrescono il comfort abitativo.

Leggi anche questo articolo su come scegliere i serramenti della propria abitazione!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here