Da popolo di predoni a cultura avanzata. Una fortezza recentemente scoperta in Danimarca prova un livello di tecnologia superiore alle aspettative storiche

I vichinghi sono, nell’immaginario collettivo, simbolo di un popolo fiero, coraggioso e impavido ma anche barbaro, culturalmente nullo e per nulla sofisticato.

Quando gli archeologi scoprirono i resti di 4 fortezze ad anello in Danimarca nel 1930, questo era ciò che si pensava dei vichinghi. In base ai reperti rinvenuti, pare che i vichinghi fossero in realtà nel Medioevo un popolo complesso, tecnologicamente più avanzato di quanto si credesse.

La scoperta di una fortezza a cinque anelli ci dice davvero molto a proposito di questi guerrieri talentuosi.

i vichinghi e  la scoperta di gorgring
i vichinghi e la scoperta di gorgring

La fortezza – chiamata Borgring – è stata scoperta attraverso rilevazioni laser del territorio che hanno regalato precise, dettagliate mappe 3D. Borgring si trova sull’isola danese Selandia, a Sud di Copenhagen. La roccaforte è un circolo perfetto di 144 metri di diametro. Ha 4 porte principali, accompagnati da vere e proprie strade in legno. I bastioni esterni sono invece il risultato di un impasto di terra e legno. Secondo le rilevazioni fu costruito tra il 970 e il 980 Dopo Cristo.

Secondo gli scienziati, l’idea di avere costruito fortezze di forma circolare rivela enorme acume e ingegno da parte dei vichinghi. Questa forma abbraccia l’estensione maggiore di terra all’interno di una circonferenza ridotta. Senza badare troppo a una circolarità perfetta nella costruzione – cosa che caratterizza queste roccaforti in Danimarca.

Questi edifici si fanno risalire al regno di Re Aroldo “Dente azzurro” (Bluetooth) Gormsson. Si dice che unificò la Scandinavia e i vichinghi, convertì i Danesi al Cristianesimo e, più recentemente, prestò il suo nome alla tecnologia Bluetooth. La forma e la magnificenza delle fortezze lasciano intendere che Re Aroldo volesse dare dimostrazione di abilità, attitudine al comando e supremazia.

Si ipotizza che i vichinghi abbiano appreso questo tipo di architettura dalle loro invasioni ai danni delle isole britanniche. Vista l’efficacia difensiva di tali costruzioni, i vichinghi decisero di rilevare questa tecnologia. E di applicarla ai propri territori. Gli scavi rivelano inoltre che questi castelli fungevano da veri e propri focolari. Non solo soldati ma intere famiglie erano solite stazionare in queste costruzioni. Presumibilmente, vichinghi appartenenti o vicini alla famiglia reale.

i vichinghi e  la scoperta di gorgring
i vichinghi e la scoperta di gorgring

Rispetto alle altre strutture, quella principale e più grande venne abitata per diverse generazioni. In corrispondenza di due cancelli attaccati e dati alle fiamme, diversi utensili di mirabile fattura sono stati trovati – forse lasciati indietro al momento dell’attacco. Una pialla per lavorare il legno, chiodi di ferro, scalpelli, punteruoli. Un pò di tutto insomma.

Dal 1930 fino ad oggi, quelle delle fortezze in Danimarca è rimasto un mistero per i più collegabile a un intervento straniero invece che all’abilità dei vichinghi. Queste scoperte recenti ci rivelano invece l’incredibile maestria di questo popolo. Seppure principalmente caratterizzato da una mentalità e attitudine guerriera di alto livello, queste scoperte ci parlano di un popolo molto organizzato e avido di nuove conoscenze da applicare per il bene di tutti i vichinghi.

Purtroppo sono ancora molte le cose che non sappiamo di questo incredibile popolo di ieri. Magari un giorno lo sguardo saggio di Odino ci condurrà verso nuova conoscenza!

i vichinghi
i vichinghi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here