Il guasto all’impianto elettrico è uno dei problemi casalinghi più fastidiosi che mandano in crisi gli abitanti della casa che non sanno che fare e a chi rivolgersi.

Cerchiamo in questo articolo di fornirti utili consigli per gestire al meglio la situazione. In ogni caso, faresti bene a chiamare un servizio specifico e d’urgenza come quello di Pronto intervento elettricista Roma, da anni nel settore riparazioni elettriche.

Guasto elettrico: capire la natura del problema

È andata via la corrente e non sai che fare? Cerca in primis di capire quale sia la natura del problema, quindi:

  • verifica che sia un problema interno e controlla se all’esterno c’è corrente;
  • verifica che sia un tuo problema personale e non condominiale, interfacciandoti con i condomini.

Se il problema dipende dalla tua abitazione bisogna capire nel più breve tempo possibile cosa ha causato il guasto. Andiamo per gradi…

La prima cosa da fare è capire se la mancanza di corrente elettrica possa essere dovuta a un problema di sovraccarico di corrente, solitamente causato dall’accensione contemporanea di più elettrodomestici, o se non possa dipendere da un problema di interruzione di fornitura del tuo gestore per mancati pagamenti.

Una volta aver escluso una di queste cause, puoi contattare il numero verde del tuo fornitore di energia, i cui numeri sono facilmente reperibili su internet, e chiedere se dal tuo contatore si evidenzia qualche anomalia.

La maggior parte delle volte, la causa sta tra le tue mura.

Guasto elettrico: corto circuito

Una delle cause più frequenti dei guasti elettrici è sicuramente dovuta al cortocircuito.

Nello specifico questo guasto è dato da un collegamento di un circuito collegato da due punti che in condizioni estreme raggiunge valori di corrente molto elevati.

Il corto circuito ha una funzione ben definita, protegge i circuiti elettrici dal voltaggio elevato. Per fortuna oggi individuare e gestire un corto circuito nelle mura domestiche, non è più un problema.

Gli impianti elettrici delle abitazioni e dei locali infatti, hanno raggiunto alti livelli di perfezione, riescono a mettere in sicurezza gli abitanti e le mura delle case.

La prima cosa che devi fare per verificare se ci sia in atto un cortocircuito, è controllare il quadro elettrico. In caso di guasto infatti, noterai nel quadro elettrico le leve della diffusione di corrente e del passaggio di energia nelle prese abbassate, e il salva vita attivato.

Chi chiamare in caso di cortocircuito?

I cortocircuiti si verificano maggiormente negli appartamenti di vecchia data non adeguati alle recenti normative di sicurezza, ormai obbligatorie per i nuovi edifici che necessitano anche di rilascio di idonea certificazione di conformità degli impianti.

In caso di corto circuito è assolutamente sconsigliato riattivare il quadro elettrico fin quando il guasto non è risolto, onde evitare scariche di corrente nell’abitazione e sulle persone e bisogna cercare di capire in tempi rapidi quale circuito è interessato.

L’operazione non è complicata ed è possibile eseguirla in autonomia, visto che ad ogni interruttore del quadro elettrico corrisponde un circuito.

A questo punto scollega tutti gli elettrodomestici allacciati a quel circuito e prova a riattivare l’interruttore. Se tutto torna nella norma e la corrente non si distacca più, vuol dire che uno di quegli elettrodomestici è la causa del guasto elettrico, e basterà sostituirlo.

Se al contrario il quadro elettrico continua a staccare la corrente, il problema è più serio e non puoi gestirlo senza dover necessariamente chiamare un tecnico specializzato.

Ti consigliamo di affidarti a imprese dl settore che affidano i loro interventi a elettricisti specializzati, in grado di capire e riparare rapidamente la causa del guasto nel più breve tempo possibile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here