Conclamato e riconosciuto artista e scienziato, il genio di Leonardo Da Vinci fu cosi’ vasto da permettere ancora oggi di scoprire nuovi, incredibili risultati tratti dai suoi esperimenti.

blitzquotidiano.it
blitzquotidiano.it

L’ultimo esempio di questo è l’identificazione di scritti e schizzi a margine dei suoi taccuini che si credeva fossero semplici scarabocchi.

Il professore Ian Hutchings dall’Università di Cambridge ha condotto indagini approfondite identificando quegli “scarabocchi” come la prima dimostrazione conosciuta delle leggi di attrito.

“Quegli schizzi dimostrano che Leonardo aveva compreso la natura dell’attrito già nel 1493” sostiene Hutchings “Scrisse infatti che la forza d’attrito che agisce tra due superfici in movimento è proporzionale al peso che grava sulle superfici stesse, e che l’attrito è indipendente dall’area di contatto apparente tra le due superfici”

“Queste sono per l’appunto le stesse leggi del’attrito che noi oggi facciamo risalire allo scienziato francese Guillaume Amontons, pensatore che visse duecento anni dopo Leonardo”.

Fonti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here