Ti sei mai trovato con delle perdite d’acqua in casa o con un vero e proprio allagamento, senza sapere che fare?
Se hai bisogno di qualche consiglio in più su come reagire ad una situazione del genere, senza peggiorare il problema, allora non ti resta che continuare a leggere queste poche righe.

In questo articolo vedremo infatti cosa è più utile fare nel caso in cui ci fosse un allagamento in casa. In questo modo potrai evitare danni alle tubature e importanti costi di riparazione, dovuti soprattutto ad eventuali interventi d’urgenza. Ad esempio, se chiami un servizio di assistenza immediata, come può essere quello di Pronto intervento Idraulico Roma, riceverai un tecnici a casa tua in breve tempo.

Allagamento in casa: chiudere l’acqua

Come prima cosa bisognerà chiudere l’acqua, subito dopo cerca di identificare la causa, rimuovi l’acqua in eccesso, fai essiccare per bene tutto e infine cerca di proteggerti contro eventuali perdite future.
Ora vediamo punto per punto cosa fare.

Per evitare il peggio, prima di ogni altra cosa, dovrai chiudere l’acqua così da evitare che la perdita aumenti il livello d’acqua e peggiori terribilmente. Potrai fare questo chiudendo i rubinetti delle principali fonti che erogano acqua in tutta la casa, che solitamente trovi in bagno o in cucina.

I sanitari dovrebbero avere un rubinetto proprio sui loro rispettivi tubi e sarà intuitivo trovare quelli di lavatrice e lavastoviglie.
Ti consiglio di staccare anche la corrente elettrica nel caso in cui la perdita fosse veramente corposa, sempre che tu possa farlo in totale sicurezza, ovvero all’asciutto. Inoltre, chiudi anche il gas finché le cose non si sistemeranno.

Allagamento in casa: identificare le cause delle perdite

Le cause per cui ti sei ritrovato un allagamento in casa possono essere molteplici. Quindi capire cosa ci sia alla base delle perdite potrebbe essere molto complicato. Questo perché l’acqua non necessariamente può provenire solo dalle tubature, ma anche da punti in cui fa pressione e riesce a trapassare perché mal sigillati. Questi punti possono essere la vasca da bagno, in cui entra un gran quantitativo di acqua, come anche la doccia o il tetto, o magari il problema non è in casa vostra e la perdita proviene dall’appartamento vicino.

Allagamento in casa: rimuovere l’acqua in eccedenza

Una delle prime cose da fare oltre alle altre già citate è quella di asciugare l’acqua dentro l’abitazione, così da evitare ulteriori danni.
Nel caso in cui si tratti di un allagamento vero e proprio l’unica soluzione è quella di prendere a noleggio una pompa che aspiri tutta l’acqua in eccesso, che dovrà essere posizionata nella zona più bassa del punto allagato. Ma se la perdita d’acqua non è molta si potrà usufruire di un’aspirapolvere del tipo umido-secco, per aspirare e asciugare più velocemente.

Tutte le prese di corrente e gli apparecchi elettrici dovranno essere fatti asciugare all’aria aperta, insieme ai mobili ed eventuali tappeti che sono stati raggiunti dall’acqua. Per far asciugare il luogo del’incidente dovrai lasciare il più possibile le finestre aperte, per far uscire tutta l’umidità nell’aria e nelle pareti.
Se i muri sono in cartongesso dovrai rimuoverli e sostituirli con pareti nuove.
Se con la semplice areazione delle stanze l’umidità non va via, un metodo efficace per far asciugare al meglio le stanze è un deumidificatore, che messo nelle zone colpite e con le finestre chiuse asciugherà tutto in poco tempo.

Proteggi la casa per eventuali perdite d’acqua future

Appena avrai finito di mettere in sicurezza te e la casa, e avrai finito di asciugare mobili e muri, non ti resta che prepararti ad un eventuale prossima perdita o allagamento prevenendo il disastro.
In via preventiva controlla tutte le eventuali perdite di tutti i tubi che hai in casa e nel caso sigilla anche i più piccoli fori.

Molte persone scelgono di investire qualche soldo in più acquistando un apparecchio che rilevi le eventuali perdite d’acqua avvisando quando avviene un cambio di umidità in casa. In questo modo potrai rilevare le perdite prima che creino danni, agendo subito sul problema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here