Cambiamento climatico: ecco i disastrosi effetti causati dall’effetto serra. E gli scenari solo ipotizzabili diventano realtà

Ben prima dell’arrivo dell’inverno 2016 l’attività climatica nel pianeta è stata inusitata e agghiacciante – letteralmente e metaforicamente.

A proposito di cambiamento climatico, una tormenta di neve ha avvolto il deserto dell’Arabia Saudita. Tramutare una distesa solitamente calda e arida in una piana di polvere bianca: forse dire cambiamento climatico è un eufemismo.

Cambiamento climatico: centinaia di arabi per le strade celebrano un evento mai visto prima nelle loro vite trascorse nel deserto
Cambiamento climatico: centinaia di arabi per le strade celebrano un evento mai visto prima nelle loro vite trascorse nel deserto

La temperatura è sicuramente l’effetto più “agghiacciante” di questo cambiamento climatico.

I gradi sono infatti precipitati sotto lo zero durante le ultime settimane di Novembre nella parte centrale e settentrionale della penisola araba. Le temperature medie stagionali della regione si aggirano intorno ai 20° di norma.

Cambiamento climatico: una distesa di neve nel deserto della penisola araba
Cambiamento climatico: una distesa di neve nel deserto della penisola araba

Gli abitanti hanno accolto l’evento con shock e delizia in parti uguali: strade e social media sono stati invasi dalle loro testimonianze su questo sconvolgente cambiamento climatico. Tra le insolite attività atmosferiche si annovera infatti anche un incremento senza precedenti delle piogge nell’area, solitamente appena bagnata durante il mese di Ottobre. Le piogge continuano a cadere dopo 40 giorni dalla fine della stagione delle piogge.

Persino una rarissima inondazione del deserto è stata registrata quest’anno.


Nello stesso periodo ma altrove-  più a Nord e ad Est – l’inverno saluta gli abitanti della storica città di Pervouralsk sui Monti Urali con un ulteriore evento bizzarro.  Il cambiamento climatico ci offre una tonalità inusuale invece che la solita neve bianca o gialla a cui i russi sono abituati.

Una coperta di neve verde ha avvolto le strade della città.

Cambiamento climatico: un tappeto di neve verde ricopre una cittadina nella Russia Occidentale
Cambiamento climatico: un tappeto di neve verde ricopre una cittadina nella Russia Occidentale

La teoria più gettonata del momento accusa una cisterna del periodo sovietico dello strano fenomeno. Pare che il verde sia causato da una perdita sotterranea di una fanghiglia chimica riversatasi per le strade invece che dal cambiamento climatico.

Pervouralsk ospita una compagnia chimica costruita nel 1915 addetta alla produzione di cromo, utilizzata nell’industria automobilistica. Vladislav Oreshkin, portavoce della compagnia, ha assicurato sulla non pericolosità della perdita.

Ben prima che l’autunno cominciasse, anche la Siberia è stata scenario di bizzarrie oltre ogni misura. Tra le più inquietanti annoveriamo la formazione spontanea di palle di neve nelle prossimità di pozze di acqua gelata.

cambiamento climatico: quale sarà il significato di questo strano fenomeno?
cambiamento climatico: quale sarà il significato di questo strano fenomeno?

E se la neve verde non suona sufficientemente natalizia come cambiamento climatico, un viaggetto ai poli potrebbe soddisfarvi con un pò di neve rosa, fenomeno – altrettanto letale secondo gli esperti – causato dalle alghe da neve.

cambiamento climatico: la neve rosa colpisce le aree ad alta densità di ghiaccio
cambiamento climatico: la neve rosa colpisce le aree ad alta densità di ghiaccio

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here