Quello dei viaggiatori del tempo è un tema noto alla fantascienza e alla fantasia umana. E se ci fossero le prove di un viaggio temporale? La storia di Paul Amadeus Dienach

I viaggiatori del tempo non sono esattamente una categoria. Più che altro, infatti, sono un tipo di personaggio fantascientifico. Ma c’è un uomo nel nostro passato che sfida la più sofisticata epopea fantascientifica col suo racconto.

Si tratta di Paul Amadeus Dienach, nato nel 1884 vicino Zurigo da padre svizzero e madre austriaca. Semplice insegnante di francese e tedesco, questo improbabile viaggiatore del tempo ha una storia assai travagliata.

Inguaribile romantico, Dienach si innamora perdutamente di una donna, Anna, che però va in sposa a un uomo facoltoso. Nel 1909, dopo due anni di matrimonio, Anna muore di tubercolosi.

La cattiva sorte amorosa non raggiunge la cattiva sorte psicofisica dell’uomo. Nel 1917 Dienach mostra i primi sintomi di una malattia spaventosa che colpì il centro Europa di allora. Si tratta della encefalite letargica, patologia virale che attacca il cervello. Quest’ultimo, per difendersi, induce nell’organismo uno stato di coma. Inizialmente, il coma è molto breve – da qualche minuto a poche settimane. Essendo però un virus incurabile, i sintomi si aggravano. Il coma può durare anni, fino a quando l’organismo non riesce più a risvegliarsi dallo stato comatoso.

Il suo primo attacco durerà 14 giorni, dopo i quali Dienach si risveglia senza ricordare nulla, come se si fosse addormentato 1 minuto prima.

Nel Maggio del 1921, però, un secondo attacco colpisce Dienach, causando un coma che durerà 360 giorni. Viene dunque trasferito in un ospedale di Zurigo, dove è possibile alimentarlo forzatamente.

Ed ecco che entrano in gioco il tempo e i viaggiatori del tempo.

Viaggiatori del tempo: Dienach e il futuro

Al suo risveglio, scoprirà che la madre è morta. Dopo pochi giorni, anche i sintomi della tubercolosi cominceranno a rendersi manifesti in Dienach. Come spesso accadeva al tempo, i dottori consigliano a Paul di trasferirsi in un posto più caldo. Così decide di trasferirsi in Grecia, dove insegnerà Francese e Tedesco all’Università di Atene per il resto della sua vita.

Nel 1924 le forze ormai lo abbandonano. Sente che la tubercolosi avanza e decide di tornare nella sua natia Svizzera. Prima di partire, tuttavia, contatta un caro amico conosciuto durante la sua permanenza in Grecia, George Papachatzis.

Questo uomo – che diventerà molto importante in Grecia – era solo uno studente di tedesco ad Atene quando i due si conobbero. Il loro rapporto accademico divenne presto d’amicizia e, prima di lasciare Atene, Dienach decise di lasciargli tutti i diari che aveva scritto nella sua vita – 4 diari per un totale di 800 pagine. Dopo essere divenuto un importante membro del tessuto politico e giuridico del suo Paese, Papachatzis decide di pubblicare i diari dell’amico. Le potenze politiche, giuridiche, religiose e massoniche greche si solleveranno all’unanimità contro questa sua pubblicazione, ritenendola pericolosa e sediziosa.

Il contenuto degli ultimi due diari analizzati da Papachatzis ci permettono di annoverare Dienach tra i viaggiatori del tempo a noi conosciuti. Paul non aveva mai parlato a chicchessia di nulla a proposito della sua vita. Aveva però l’abitudine di tenere un diario dalla sua prima gioventù.

Scritti per sè stesso e non per la divulgazione, i primi due diari raccontano della vita precedente al coma. I due a seguire invece raccontano di come, durante i 360 giorni di coma, Dienach si sia “risvegliato” dentro un corpo e un tempo diverso. Nello specifico, Dienach entrerà in coma per risvegliarsi 20 secoli dopo, nell’anno 3905 d.C. dentro il corpo di un italiano di nome Andreas Northam.

Avendo deciso di regalare i suoi diari a Papachatzis, Dienach aggiungerà alcune note e riflessioni per il lettore, di modo che sia un pelino più semplice comprendere per chi legge. Più o meno.

Vale la pena riportare questo passo del diario: “Puoi fare tutte le supposizioni che vuoi su di me, ma quello che vorrei davvero che trovassi è il mio manoscritto originale. Scritto quando ho vissuto nel futuro attraverso le mani di Andreas Northam”.

In più occasioni, Dienach sottolinea come egli non abbia mai avuto il dono della scrittura o della fantasia. Tutto ciò che ha riportato nei suoi diari – seconda trascrizione, successiva ai primi scritti nel 3906 – è quello che ha vissuto o che crede di avere vissuto durante i suoi 360 giorni di coma.

Viaggiatori del tempo: Northam per 360 giorni

In fondo a questo articolo compare la conferenza tenuta da Ivan Ceci in Italia a proposito di questo straordinario personaggio e del suo racconto. Per coloro che non avessero tempo o voglia di ascoltarlo interamente, ecco una sintesi da viaggiatori del tempo degli elementi salienti. La storia di Dienach nel futuro quindi, la sua esperienza in quel tempo e le informazioni storiche raccolte a proposito di quei 20 secoli che dividono la sua storia e quella di Andrea Snortam.

Maggio 1921 d.C./3905 d.C. Paul Amadeus Edienach entra in coma a Zurigo e si risveglia in un letto all’ospedale Molsen, in Italia, in un ambiente alieno (elementi luminosi sconosciuti, pareti a vetri etc.) circondato da dottori che vestono strani indumenti e che parlano una lingua a lui sconosciuta, un misto di Anglosassone e lingue Scandinave. Una musica dolce, simile a preghiera di bambini, proveniva dall’esterno.

Un medico anziano riesce a comunicare con lui in una forma grezza di lingua germanica. Lo informa che il suo nome è Andreas Northam, scienziato italiano reduce da un grave incidente e bordo di un linsen (macchina volante monoposto, simile a una moto) e messo in ibernazione per evitare danni cerebrali. Era appena stato rianimato.

Durante la convalescenza, Dienach si guarda allo specchio e non si riconosce. Soffre di una gravissima forma di insonnia e non ricorda niente e nessuno. I medici chiamano un carissimo amico d’infanzia nonchè collega di Northam, Stefan, per aiutarlo a recuperare i ricordi. Fanno lo stesso col professor Jaeger, suo professore e mentore, ma senza risultati. Gli scienziati, arresi, cominciano a parlare di “slittamento di coscienza”. Solo 4 medici sono a conoscenza della situazione.

Snortam viene dimesso e accompagnato in un resort nel Nord Italia vicino Como (che ha mantenuto il suo nome come altri centri, es. Bellagio, Salerno, Gallarate, Bolzano). Viene accompagnato in una Riegen-swage (camera olografica tridimensionale usata per insegnare la storia ai bambini, dove tutto lo spazio della stanza è usato per proiettare immagini del passato che si muovono insieme al fruitore). Anche “libri che parlano da soli” gli vengono dati da consultare. Tutte le persone si comportano come vecchi amici tra loro, tutti cordiali, gentili, innocenti e privi di malizia. Dienach commenta che non sopravviverebbero per un’ora nel suo tempo.

Concezione del lavoro e della vita: si lavora per due anni – 19/21 anni – per lo più nelle fabbriche di produzione energetica o glothners (nucleare, geologica, geomagnetica, rinnovabili) dopo il quale si ottiene il diritto a una casa e di fare qualsiasi cosa si voglia, anche nulla. Buona parte della produzione avviene nel continente australiano. Si diventa poi cives nel vero senso della parola (cittadini della nazione del Mondo). Non esiste la proprietà privata e lo Stato eroga tutto a tutti. Chi vuole fare un figlio deve comunicarlo allo Stato e ricevere l’autorizzazione per mantenere e regolare la popolazione mondiale. Il matrimonio non esiste ma la gente può decidere di rimanere insieme per quanto tempo vuole. Il sesso prima di essere cives è sconsigliato, e l’attrazione è prima spirituale e solo in secondo momento sessuale. Questo modo di essere è definito Troende, uomo nuovo dalla mente e dallo spirito puro. La distinzione tra bene e male non è artificio umano ma cosa profonda da comprendere. La sete di assoluto muove l’uomo alla crescita spirituale. Non esiste comportamento criminale nè devianza, il governo è guidato da personalità di alta levatura spirituale e il prestigio delle diverse classi sociali misura il grado di abnegazione del singolo verso il bene di tutti e che si dedica agli altri, unico elemento che definisce il prestigio del singolo.

Concezione del tempo: nel 3905 d.C. il tempo non è considerato lineare.  Il tempo è un punto. Ogni momento coesiste contemporaneamente. Tutto ciò che accade è già accaduto prima, la storia si ripete. Siamo noi esseri umani nei nostri cicli biologici a passare, non il tempo.

Samith: tutto ciò che esiste è Samith. Credono nel Samith invece che/a posto di Dio come unica realtà esistente che tutto ingloba e tutto compenetra in ogni momento e in ogni spazio dell’infinito cosmo. Niente di ciò che esiste si perde nell’universo. Tutto è uno.

Ogni religione è tollerata, ma svuotata di senso dogmatico ed esclusivo. Il Cristianesimo – quello più primitivo e primigenio – è la più diffusa, la maggior parte dei popoli semitici si sono convertiti convergendo a valori cristiani. Templi e chiese di tutte le altre religioni esistono ancora e sono tutte tollerate.

Extraterrestri: l’uomo del futuro crede impossibile che in passato non si credesse all’esistenza di altri pianeti e popoli nel cosmo. Sanno tutto dei pianeti vicini e dei pochi abitati da creature altamente spirituali e pacifiche, capaci di prendere contatto con l’uomo da millenni per via dello sviluppo tecnologico posseduto ma che non hanno mai voluto contatto con noi, nemmeno pacifico, per via della nostra scarsa comprensione. Sono apparsi soltanto in alcuni momenti della Storia per insegnarci qualcosa e sparire di nuovo, specialmente in corrispondenza di grandi conquiste tecnologiche o tragiche virate etiche.

Dienach comincia a credere che Snortham sia una sua reincarnazione futura. Viaggerà per tutta Europa (compresa Markfor, ex Roma, 5 volte più grande della vecchia metropoli e provvista ancora di alcuni monumenti a noi noti, ad es. la statua di Giordano Bruno).

Viaggiatori del tempo: Excursus storico di Dienach che va dal XX/XXI secolo d.C. – che nel 3906 considerano Preistoria – verso la Storia antica e poi Moderna del futuro

XX/XXI SECOLO D.C. (Preistoria) Con le Grandi Guerre il dominio dell’Europa cede il passo a quello degli Stati Uniti. Lo sviluppo tecnologico economico soppianta definitivamente quello spirituale e intellettuale. Il consumismo conduce a una produzione smodata di beni e prodotti che mai conoscerà pari nella Storia. Globalizzazione e unificazione delle masse planetarie attraverso nuovi strumenti di comunicazione. Lo standard di vita migliora in modo inversamente proporzionale alla felicità e al progresso culturale dell’individuo. Disumanizzazione e automatizzazione del lavoro conducono a mansioni degradanti e disumane. Aumentano disturbi psicologici e suicidi. Le figure venerate dalla società non sono luminari di scienza o di spirito ma uomini di spettacolo, di successo, stelle dello sport etc. L’uomo diviene egoista, geocentrico e antropocentrico (nessun valore riconosciuto a specie e pianeti altri dall’uomo e dalla Terra). Violenza e Terrorismo imperversano.

Questa Era sarà dominata da un Nuovo Ordine Mondiale (Nuovo Ordine del Mondo secondo le parole di Dienach, Unione di tecnocrati ed eletti che gestiscono economia e politica).

XXI SECOLO (Preistoria) La sovrappopolazione è il più serio dei problemi dell’umanità di questo tempo. La concentrazione di popolazione in agglomerati urbani e la lotta per le risorse generano guerre e rivolte su vasta scala. Le nazioni povere dell’Africa e dell’Asia risentiranno maggiormente della situazione. Primi test di volo verso pianeti vicini abitabili.

2204 d.C. (Preistoria) L’umanità da inizio alla colonizzazione del pianeta Marte. 20 Milioni di persone si stabiliscono definitivamente sul pianeta rosso.

2265 d.C. (Preistoria) Marte è colpita da un enorme cataclisma naturale che dura per mesi, uccidendo 20 milioni di persone. Solo alcune centinaia scampano al disastro e tornano sulla Terra. Da quel momento in poi l’uomo non cercherà più di colonizzare altri pianeti fino al XXXX secolo eccetto che lo spazio che si estende intorno al nostro pianeta, tra la Terra e la Luna, in cui sorgeranno piccole basi spaziali

XXIII SECOLO (Preistoria) La Cina chiede ai governi Occidentali di applicare leggi severe sul controllo delle nascite per contenere la sovrappopolazione ma questi rifiutano. La sovrappopolazione conduce a un rapido declino delle condizioni di vita. Seguono conflitti planetari in cui gli Occidentali hanno la meglio poichè dotati di armamenti superiori agli altri.

2309 d.C. Una terribile guerra nucleare di media scala distruggerà la maggior parte dell’Europa. Solo le nazioni scandinave e baltiche verranno risparmiate. La guerra impatterà sul resto del Mondo per via di miliardi di persone uccise e grandi migrazioni di massa (es. i popoli dell’America Latina migreranno in massa verso l’Africa, causando la quasi completa estinzione delle etnie africane; i popoli medio-orientali si sposteranno verso Est).

2320-2350 d.C. Progressiva migrazione dei popoli scandinavi e baltici verso il Sud Europa

XXIV SECOLO (Era Antica o EldereLa capacità umana di sperimentare vita interiore e spirituale è quasi debellata.

2394 d.C. (Eldere) Creazione della prima Assemblea (Costituente) Europea e di un governo unico oltre le divisioni nazionali.

2396 d.C. Fine Eldere (Anno zero) Si costituisce il primo governo mondiale (Retsstat) così come ispirato e voluto a gran voce da John Terring: un Commonwealth dotato di legge e ordine. Nasce Terring Town (Terringa) dedicata al fondatore. Visione ancora negativa di questo passato definito barbaro, basato su profitto, avidità e interesse personale. Questo nuovo periodo è definito Pax Ecumenica Terringa. Un nuovo senso di appartenenza planetaria e non più nazionale si diffonde. La nazione è ora il pianeta. 

Fine XXX SECOLO (Rinascimento) La gente abbandona tecnocrazia e materialismo in favore della spiritualità e del senso di comunanza. Una nuova numerazione a caratteri latini inizia, ogni mese ha 30 giorni e la Domenica e le settimane non esistono.

2894 d.C. Il movimento dei 200 (nuova visione dell’esistenza, tempo, spirito) costruiscono tra Macedonia e Grecia Roserners Dal (Valle delle Rose) centro spirituale della nuova Era. Il corpo umano degli abitanti della Valle comincia a mutare a livello neurale e genetico dopo anni di vita trascorsa in gioia e meditazione.

3382 d.C. (Nuova Era o Nojere) Inizio dell’Era moderna con la scoperta da parte di Alexis Volky, un uomo di grandi doti spirituali, dell’ oversynans (liberazione dal dolore, dal dubbio e liberazione spirituale). Un operazione spirituale che permette agli uomini di divenire consapevoli dell’esistenza del samith. Questa tecnica meditativa libera nel singolo una quantità tale di gioia da essere pericolosa per chi la sperimenta, persino mortale per chi non è pronto a riceverla.

3482 d.C. (Nojere) Sbocciano le rose blu di Rundulof, giardiniere e maestro di meditazione che dopo 50 anni di sperimentazione trova nel suo campo le prime rose blu che aveva progettato.

Ecco il video completo della conferenza di Ceci:

LASCIA UN COMMENTO