Purtroppo sentire delle presenze in casa non riguarda sempre e solo allucinazioni o presenze soprannaturali. Anche se a volte sarebbe preferibile.

Jerome e Ashley Kennedy, coppia della Pennsylvania, hanno scoperto a loro spese che casa loro non era un posto sicuro né privato quanto pensassero. I due avevano a più riprese percepito delle presenze in casa. Sentirsi osservati, percepire la presenza di qualcuno, eco di passi per la casa. Tutto era oramai divenuto quotidianità per i due. presenze in casa

Un giorno, ancora preso dalla mania di queste presenze in casa, Jerome capisce che qualcosa non va quando sente rumori piuttosto palpabili sopra la camera da letto. E una luce brillare attraverso una tubatura.

Jerome decide dunque di affrontare queste presenze in casa e per non impazzire decide di posizionare telecamere in casa. Queste riprendono un uomo nel sottotetto che striscia tenendo in mano un trapano elettrico.

presenze in casa

Si tratta di Robert Havrilla, 69 anni, impegnato al tempo in lavori di ristrutturazione nella casa a fianco. Grazie ad un muro rimovibile costruito ad hoc, Robert era riuscito ad introdursi in casa e aveva forato diversi muri per creare degli spioncini. I Kennedy sono piuttosto convinti che si fosse spinto fino a spiare la camera da letto.

La polizia ha arrestato Havrilla con l’accusa di violazione di domicilio e stalking ma la coppia non si è più ripresa e la vita all’interno delle sicure mura di casa non  è più la stessa. Forse, non lo sarà mai più per entrambi.

LASCIA UN COMMENTO