Un analisi dell’energia oscura presente nell’universo ci rivela la realtà invisibile intorno a noi

Gli scienziati sono finalmente riusciti a creare una mappa di materia oscura – la più ampia ad oggi – che si avvale delle più recenti tecnologie. I contenuti oscuri dell’universo sono finalmente consultabili nero su bianco.

la materia oscura nell'universo
la materia oscura nell’universo

Coprendo all’incirca un trentesimo del cielo, la mappa rivela la densità della materia visibile e della materia oscura, sostanza non identificata ma presente in quantità ben più massicce lungo il cosmo tutto.

La materia di entrambi i tipi è reciprocamente attratta a livello gravitazionale. L’accoppiamento organizza l’universo in regioni di spazio vuoto, intervallate da più densi “vicini cosmici”.

la materia oscura organizzata nell'universo
la materia oscura organizzata nell’universo

I ricercatori del “Dark Energy Survey” hanno sfruttato il telescopio Victor Blanco in Cile per sondare 26 milioni di galassie in una sezione del cielo per analizzare le sottili distorsioni causate dalla materia oscura e da quella visibile. I ricercatori hanno svelato i nuovi risultati al congresso dell’American Physical Society.

La materia oscura si accompagna ad un altro compagno furtivo: l’energia oscura.  Questa potenza invisibile è la responsabile della esponenziale espansione del cosmo.

Le nuove scoperte rivelano che la composizione organica dell’universo è costituita per il 74% di energia oscura, del 21% di materia oscura e del solo 5% di materia visibile. Misurazioni che differiscono leggermente da quelle che la hanno preceduta – basate sulle rilevazioni energetiche a micro-onde dello sfondo cosmico.

Purtroppo la raccolta di dati non si è ancora conclusa – se mai potrà – e i risultati restano, se pur meno di quelli precedenti, parziali.

LASCIA UN COMMENTO